venerdì 23 gennaio 2015

Caro pettirosso


E’ bastato uno sguardo per ritrovarti
su quel ramo, pronto a volare via.
Il mio fugace passaggio caro pettirosso,
venne rapito dal tuo bel vestito
ma tu che sei libero perché ritorni lì
nei giardini chiusi dal cemento?
Per quel che è stato del nostro incontro
sono certo che vale più per me,
tu potresti non aver notato o sentito
il mio gaudio nel rivederti.
Nemmeno la certezza che fossi  lo stesso
può cambiare la sorpresa.
Quello sarà il tuo ramo, il tuo ulivo
nell’angolo che ci appartiene
che ruberà il mio sguardo ogni mattina.
Domani ritornerò per ascoltare le tue storie
dal tuo canto che nutre la sete della mia anima.

6 commenti:


  1. «ma tu che sei libero perché ritorni lì
    nei giardini chiusi dal cemento?»

    Tenero, ispirato dialogo tra una sensibilità acuta, umanissima, e una Natura non "trionfante", ma colta nella sua espressione più fragile, indifesa.

    Tutto il senso in quella domanda, che cito in apertura: tu che puoi volare libero e felice, perché ritorni in questa grigia gabbia?
    Tu, Poeta, che sai cantare al sole e alle stelle, perché rimani qui, tra noi grigi umani, anziché rimanere in alto, tra gli dei, immortale?

    È il mistero della Bellezza: da sempre ci inganniamo, pensando che essa sia qui per noi, per rendere la nostra vita meno arida e cieca. Invece essa esiste in sé stessa, a prescindere da noi. Noi possiamo soltanto percepirla. Alcuni, pochi, hanno il dono di ricrearla.

    «Domani ritornerò per ascoltare le tue storie
    dal tuo canto che nutre la sete della mia anima.»

    Grazie, Francesco!

    Marianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marianna, come sempre sai cogliere l'elemento più profondo di un semplice sguardo che ieri ha distratto la mia guida. Una domanda che rivela in pieno la mia insofferenza ad uno stile di vita "solo" cittadino.
      Sebbene vivo in provincia vicino ad un parco, il richiamo della natura, che mi circondava e che fu la mia compagna di gioco da fanciullo, ritorna spesso a trovarmi.
      Sono contento che ti sia piaciuta e per le tue belle parole.
      Un abbraccio
      Francesco

      Elimina
  2. Mi piace la parola "gaudio" invece di "gioia" o "felicità".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paul merci beaucoup!
      Bonne soirèe
      Francesco

      Elimina
  3. Delicatezza assoluta nell' emozione di quel guardare
    Grazie, davvero bella
    Abbraccio
    Mistral

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Mistral, la tua gentilezza risuona tra le tue parole
      buona vita a Te
      Francesco

      Elimina