giovedì 11 gennaio 2018

Scena d'amore



Una scena si svolse a Messina
in un caldo pomeriggio d’agosto
sul belvedere di Cristo Re
lo Stretto abbracciava l’orizzonte
una coppia senza età
seduti ammiravano il panorama
quando l’uomo con passo lento
s’avviò oltre lo sguardo
fece ritorno con mani allegre
la donna ne colse il sorriso
togliendosi frammenti di nuvole
accarezzando un abito floreale
brindarono con gli occhi e con il cuore
forse alla bellezza alle vacanze
all’amore che li permeava
ad ogni senso della vita
ad ogni sorso del tempo
accucciato tra le pieghe del vestito
per cogliere un fiore e baciarlo
poiché esiste la felicità
nell’alchimia d’un istante
nel futuro che è un adesso
con quel fresco sapore di vino

sabato 30 dicembre 2017

La borsa piena di colori

                           
A quel punto d’incontro
si cominciò a parlare di tutto,
di noi, della poesia
di quando spunta un fiore dal cemento
della bellezza che colpisce
togliendoci il respiro.
Andò via il tempo e venne il saluto
venne anche la promessa
che le parole sarebbero state un ponte
tra due pagine di vita, un arcobaleno
tra due visioni ed un unico obiettivo:
scrivere, per scoprire
che non esistono confini
ma nuovi orizzonti da conquistare
ed andò via...
con la borsa piena di colori

sabato 23 dicembre 2017

Sto cercando qualcosa...


Sto cercando un gesto, una parola,
un abbraccio, una sorgente d’umanità

Sto cercando un significato
a tutte queste luci che abbagliano
a questo fiume di parole e di solitudini

Sto cercando un ascolto con il cuore
in questo chiasso dove è difficile
sentire e ascoltare, più facile fuggire,
nascondersi dietro maschere tutte uguali

Sto cercando un giorno di festa
quello sulla bocca di tutti
e nel cuore di pochi
quello del periodo più buono dell’anno
dolce di favole e regali anonimi

Sto cercando una stalla
dove non vuole nascere nessuno
un luogo freddo di miseria
pieno di luce e di silenzio
ma fertile e fecondo d’umanità

Sto cercando una casa
dove il presepe è la gioia del mistero
non strumento di false identità
ma culla della semplicità

Sto cercando strade senza nome
dove perdermi tra oggetti dimenticati
senza ingannare il tempo
guardando dubbioso volute di fumo

giovedì 21 dicembre 2017

Un semplice saluto


I giorni dell’attesa scivolano via
e ci avviciniamo impreparati
all’incontro con il mistero della Natività.
Questa è la festa in cui ritorniamo
ad essere fanciulli
pronti ad emozionarci per un saluto,
per un messaggio d’auguri, o per un regalo.
Questo è il momento in cui riscopriamo noi stessi
nel dialogo sensoriale
con tutto quello che ci circonda
e con Colui che ci guida.
Questo è anche il periodo in cui, aprire le braccia
per offrire il nostro cuore, non è solo un gesto
ma una richiesta e un atto d’amore
per aiutarci insieme a vincere
la banalità del quotidiano,
e rendere speciale un semplice saluto
con il suono della voce e la luce di un sorriso.

sabato 16 dicembre 2017

Brivido d'amore


colgo le tue emozioni
come perle di sudore
nel miele della passione
di carezze soffiate
sul collo madreperlaceo
ed afferrare un brivido d'amore
nella vertigine d'un bacio

mercoledì 22 novembre 2017

Il volo dell'aurora



Il fango della notte ha finito
di colare nelle mie arterie

tra cane e lupo si distendono
le ultime rapine del buio

nelle sue nebbie lanuginose, il giorno
sbuffa le sue prime vittorie

il tuo sorriso è ormeggiato al mio sguardo

nella dolcezza dei sensi respiriamo
gli effluvi dell’alba

il fruscio dei colori è
un’alta marea 

prossima alla luce

*************************************************************
Vol d’aurore 

le cambouis de la nuit à fini de
couler dans mes artères

entre chien et loup s’allongent les
ultimes rapines du noir

dans ses brumes en charpie, le jour
ébroue ses victoires premières

ton sourire s’amarre à mon regard

au bouquet des sens respirent des
fumets d’aube

le bruissement des couleurs est à
marée haute

tutoyer la lumière 

©Claude Luezior 
Extrait du recueil « Prêtresse » aux éditions L’Harmattan

lunedì 6 novembre 2017

La notifica

Pungono i primi spilli di freddo
sibila il vento del nord
in questo tempo monotono
m'allieta la notifica del tuo messaggio
i passi diverranno giorno
vestito dalle tue parole
varcherò la soglia dell'altrove
cercandoti tra le foglie delle ore